aiuto tesi abstract introduzione

UN AIUTO PER L’ABSTRACT DELLA TESI DI LAUREA: COME SCRIVERLO IN MODO CORRETTO?

Si tratta della sintesi del tuo lavoro, un riassunto della tesi che possa suscitare interesse e centrare il punto focale del tuo lavoro. Facile? Non sempre, visto che devi condensare in poche righe non solo la tua ricerca, ma anche una comunicazione efficace. Per questo, è fondamentale strutturarlo al meglio.

Esporre un sunto della tesi, in modo chiaro e suggestivo

Una regola definita per scrivere un abstract in modo corretto, dipende soprattutto dall’argomento di tesi e dal risultato. Una consulenza tesi ideale è quella che contiene un principio basilare: devi trasmettere tutto il tuo impegno, mostrando che hai ottenuto dei risultati!

Gli elementi da tenere presenti quando si scrive l’abstract sono quelli dell’argomento trattato e delle conclusioni alle quali si è arrivati. Nel mezzo, è importante presentare, però, la struttura della lettura di tesi, per veicolare una suddivisione sommaria dei capitoli e dei sotto-argomenti che si considerano validi.

Ecco dei piccoli consigli su come utilizzare lo stile adeguato e i contenuti più interessanti:

  • indicare con chiarezza l’argomento principale della tesi
  • accennare alle metodologie adoperate (deduttivo, induttivo, innovativo, etc.)
  • accennare a qualche fonte fondamentale (es. manoscritti, ultime pubblicazioni scientifiche, etc.)
  • presentare brevemente come si svolgerà l’ordine di lettura (capitoli e sotto-argomenti)
  • non dilungarsi su argomenti inutili, centrare i punti essenziali del lavoro
  • effettuare un riassunto dei risultati ottenuti con la ricerca di tesi.

Il consiglio a livello di stile, è quello di ricorrere sempre alla prima persona (io penso, ho pensato, etc.), oppure ad una forma impersonale (si pensa, si è visto, etc.). inoltre, se ci sono sigle poco chiare, metterle per intero (es. AV – Archivio Vaticano).

La lunghezza del testo nell’abstract

pensi di aver scritto troppo? Un abstract può variare ma in linea di massima, vengono utilizzate circa 200-250 parole per descrivere il proprio lavoro. Nel caso sia richiesto un abstract per bibliografie e inserimenti in archivi, il testo breve è di circa 100 parole.

Alcuni abstract possono arrivare anche a 500 parole, ma sono richiesti per delle ricerche più estese o archivi più dettagliati. In tal caso, si può pensare di esporre anche in modo più completo il risultato della tesi.

Introduzione e abstract della tesi

La differenza? Nell’introduzione, capitolo introduttivo quindi, il discorso da esplicare è molto simile, e sicuramente avrai dovuto giustificare l’argomento scelto e le conclusioni conseguite, senza però svelare troppo della struttura.

Un abstract presuppone, invece, il fatto che sia anche delineato un percorso di lettura, per agevolare chi legge a prefigurarne la lettura, a capire come è strutturata.

Utile soprattutto per chi sta per affrontare un argomento simile, l’abstract può dare un aiuto alla tesi con una indicazione bibliografica. Potrai far intuire in poche righe cosa troverà all’interno il lettore, così come è capitato a te in fase di ricerca.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...