Tesi specialistica, piccoli consigli

Per chi si appresta a finire un percorso formativo completo, quello della laurea specialistica, la tesi da discutere sarà sicuramente più impegnativa rispetto alla tesi del percorso triennale, e necessita di argomenti e attenzione differenti.

Di certo la lunghezza non è il primo dei requisiti, dato che serve la sostanza in questa tesi specialistica, però di certo non si può proporre un lavoro simile alla tesina della maturità

Spesso ci chiedono qual’è il numero minimo di pagine per la tesi specialistica?

Solitamente, viene richiesto dagli atenei italiani, un elaborato di circa 130-150 pagine, che presenti un approfondimento su un argomento che potrebbe ricalcare la tesi della triennale, come ampliamento, oppure divergere da quello precedente.

La cattedra al cui relatore chiedere la tesi, potrebbe infatti essere diversa, dato che si desidera approfondire un argomento differente, oppure presente solo nel biennio di specialistica.

Il relatore, di regola, decide il livello di approfondimento della tesi, ma è fondamentale mostrarsi già sicuri rispetto all’argomento da proporre e alla struttura.

Queste tesi sono importanti anche a livello di “passepartout” per il mondo del lavoro, dato che il titolo viene inserito nel curriculum per le prime esperienze.

Inoltre, anche per accedere ai corsi di studio post-laurea e ai master.

Insomma, l’argomento e l’ampiezza del lavoro di ricerca sono fondamentali e richiedere un aiuto per la tesi non è un dramma, se si pensa che la posta in gioco è ben più alta rispetto alla laurea triennale.

Bibliografia e indice

Sono i primi passi da compiere dopo l’assegnazione, con un lavoro di ricerca bibliografica accurato e un indice che suddivida in modo logico l’argomento per capitoli e paragrafi.

L’iter logico verrà autorizzato o meno dal professore, che andrà ad autorizzare le prime bozze.

Le progressive correzioni e integrazioni, andranno seguite dal relatore ma è fondamentale arrivare con dei capitoli corposi e densi di contenuti, senza allungare “il brodo” come si suol dire.

Molti argomenti scientifici, ovviamente, non consentono molto le divagazioni, ma nel campo umanistico, si rischia di presentare capitoli in eccesso, con pagine che sono solo compilative e descrittive, per mancanza di ricerca.

Questo è un errore da non fare assolutamente, se si tiene conto che già partendo da un’ottima bibliografia ci si può chiarire le idee!

Argomenti originali per la tesi

Il lavoro di ricerca deve partire da una tematica ben definita, con un’elaborazione che possibilmente apporti contenuti di qualità ma soprattutto novità all’interno del panorama scientifico.

I contributi più originali e innovativi sono sempre premiati, e fin dalla materia di ricerca è ottimale capire quale sia la strada migliore da percorrere.

Esistono tesi con caratteristiche di induzione o deduzione, altrettanto valide. Cosa significa? L’induzione consiste nell’indagine di un fenomeno, offrendo un’interpretazione originale e sviluppando una teoria che si ricolleghi in generale agli studi già presenti sulla materia.

Nel caso della deduzione, si parte da un’analisi ragionata degli studi esistenti e si procede per una rielaborazione critica personale, che può scaturire da nuovi fenomeni, dati, analisi, etc. certo per confutare alcuni aspetti teorici studiati ci vuole una tesi veramente originale: per questo è fondamentale prepararsi al meglio quando si utilizza un metodo così incisivo!

Lo sforzo maggiore sarà quello di raccogliere molto materiale, studiare ottimamente i metodi di lavoro scientifico e poi procedere ad un’adeguata suddivisione del lavoro per capitoli e sotto-capitoli.

L’indice sarà pronto, certo, ma non subito: è importante studiarlo come prima cosa, perché chi ben comincia è giù a metà dell’opera-tesi!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...