scegliere argomento tesi

L’argomento della tesi: come sceglierlo?

Si avvicinano gli ultimi esami e, di regola, il momento di chiedere la tesi, ad una specifica cattedra. Non è certo una richiesta automatica, a qualunque professore e su qualunque argomento… anzi!

Scrivere un’ottima tesi significa mettersi in luce con il proprio prof e la commissione, oltre che garantirsi un voto alto alla sessione di discussione tesi. Insomma, c’è da guadarci in sapienza e convenienza, ma tutto parte dalla scelta dell’argomento di tesi principale. Quale scegliere?

Le più VAlutate: scegliere un argomento di tesi sperimentale

Potresti prediligere una materia da tesi compilativa, ovvero di facile redazione, ma sappi che una tesi sperimentale ti potrà fornire molti punti durante la sessione di discussione.
Quindi… valuta il tempo a disposizione e tieni presente che la tesi compilativa potrai basarla su ricerche già fatte da altri, con un lavoro in biblioteca o sul web abbastanza veloce, mentre le tesi sperimentali presuppongono un lavoro di ricerca a volte presso archivi, laboratori, etc. Un’esperienza diretta che potrebbe renderti ancora più forte a livello di conoscenze e ottenere un punteggio maggiore per la tua tesi.

Le tesi più piacevoli: scegliere un argomento che rende facile lo studio

La materia in cui hai il voto più alto, quella che ti dà più soddisfazione, è sempre una garanzia. Si deve essere previdenti da questo punto di vista, già durante le lezioni e gli esami, mostrando la propria motivazione non solo all’apprendimento ma anche ad un eventuale lavoro di tesi.

Uno studente preparato e motivato, è sempre un piacere per i professori, e potresti facilmente vederti assegnare la tesi che desideri, unendo la tua inclinazione al vantaggio di un lavoro piacevole.

Alle porte della laurea ma senza idee? FatTi consigliare una ricerca

Se arrivi agli ultimi esami e non hai nessun idea né progetto per la tesi di laurea, beh, allora affidati almeno al tuo relatore, che ti fornirà sicuramente qualche suggerimento utile a te e a lui.

Ovvero, argomenti di tesi che ancora non sono stati sviscerati oppure a cui manca poco per diventare delle pubblicazioni… potreste essere coinvolto in un progetto di ricerca, nel quale imparerai metodo e capacità di analisi della materia. Non è poco, per uno studente o una studentessa alle prime armi e ancora in fase di tesi!

Sbirciare tra le tesi del passato

Se hai dei dubbi, prova a vedere quali cattedre pubblicano un elenco aggiornato delle tesi che hanno seguito o stanno seguendo. Molti docenti potrebbero, così, fornirti del materiale di orientamento per capire quale argomento di tesi già troppo studiato,  non vada richiesto!

Oppure, al contrario, se la tua intuizione è ottimale, quale argomento manca all’appello… in questo caso, proporre un titolo per la tesi al proprio professore, lo impressionerà favorevolmente rispetto alla tua capacità di analisi della materia e dello stato di ricerche attuali presso la sua cattedra.

Scegliere, sì, ma quando?

Prima di tutto, però, è fondamentale capire quando potrai laurearti, per richiedere la tua tesi non troppo presto né in ritardo, col rischio di vederla procrastinata all’anno accademico successivo.
Studia bene le sessioni di esame, gli impegni del prof e le tue previsioni di studio… un’idea chiara sulle tempistiche e le condizioni di scrittura della tesi, è già un ottimo dato di partenza per capire se l’argomento potrà essere quella ricerca così ambita o una semplice redazione, comprensibile ed esplicativa, di un bella materia di tesi!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...