Le tesi di laurea più strane che sono state scritte

Di fronte alla tua tesi pensi che sia difficile iniziare dal foglio vuoto? Che sia forse noioso dover fare un lavoro di compilazione e bibliografia ben fatto?

Beh, allora pensa che c’è stato qualcuno che ha scritto lavori di tesi e tesine di laurea ben più complessi e stravaganti, che hanno fatto notizia.

Corsi di laurea stravaganti e impegnativi

In giro per il mondo, diversi atenei già si predispongono con corsi di laurea alquanto bizzarri, che potreste persino prendere in considerazione per la prossima laurea.

La maggior parte viene dal mondo anglosassone (c’entra forse lo humour inglese?) dove, per esempio, esiste il Corso di laurea in comicità alla Solent University in Gran Bretagna se ami ridere, oppure in Scienze della morte – se preferisci la serietà ti tocca iscriverti all’Università dell’Oklahoma.

Per chi preferisce la natura, è possibile scrivere una tesi sulle Scienze della pesca all’Università del Colorado, oppure sulla Vendita dei fiori (Floral Management nel Mississipi).

I più dinamici, potrebbero chiedere la tesi al professore di Bowling Management alla Vincennes University oppure quello di rafting per la laurea in Attività avventurose al Green Mountain College del Vermount… insomma ce ne sono di facoltà bizzarre ma a volte, anche nei contesti più usuali, vengono scelte tesi insospettabilmente strane.

Che, paradossalmente, potrebbero aprire facilmente le porte del mondo del lavoro, con un lavoro di tesi più che unico!

Tesi di laurea pop

Lady Gaga è stata il soggetto della tesi di uno studente dell’Università di Cambridge, che ha deciso di scrivere un bel papier (10.000 parole!) sulla storia della pop art e il ruolo della cantante come una voce di critica culturale, altro che canzonette…

Ad aumentare la cultura nel settore della cultura pop, ci ha pensato anche uno studente dell’Università di Taiwan, la National Cheng Kung University, che ha pubblicato la tua tesi di dottorato su “Gesù Potter Harry Cristo”, con paralleli arditi tra le figure di Harry Potter e Gesù, altamente diffuse a livello letterario tra i giovani.
La tesi è diventata un libro, che ha persino vinto persino il Next Gen Indie Book Award nella sezione Best Religious Non-Fiction nel 2011.

L’ombelico del mondo… scientifico

si tratta in questo caso della tesi di dottorato di un chimico dell’Università Tecnica di Vienna, ma comunque è un lavoro più che insolito, dato che il titolo riguarda “La natura della lanugine dell’ ombelico” se così si può tradurre!

Dopo aver raccolto 503 campioni di ombelico, ha concluso che il colpevole della formazione della “lanugine” sono i peli sull’addome e le micro-fibre di abbigliamento. Insomma, un contributo al sapere dell’umanità, che almeno risponde alle esigenze di molte persone affette da tale problema!

Sex & Study

Diverse volte alla ribalta dei media arrivano tesi “scabrose”, ovvero votate a studi che sconfinano rispetto al senso comune del pudore, associato alla figura degli studenti.

Per esempio, all’Università del Nebraska-Omaha, una studentessa ha svolto un tirocinio per la tesi che consisteva in un’attività da spogliarellista per analizzare questa tipologia di lavoro, in una tesi sulle teorie di genere che ha ottenuto il massimo dei voti, Sesso e lavoro: una etnografia degli Strip Club del Midwest

Un’altra studentessa della Duke University ha dato invece valutazioni sui suoi colleghi di corso, a livello di prestazioni sessuali, per un lavoro di ricerca che, ovviamente, ha suscitato le ire degli interessati e le pubbliche scuse della laureanda.

Studiare gli unicorni

Sembra una battuta, eppure uno studente di filosofia del King’s College di Londra ha deciso di indagare se esistano o meno! La sua strana tesi “La possibilità degli Unicorni: Kripke contro Dummett,” riprende precedenti tesi dei due filosofi, per capire se queste mitiche creature potrebbero comparire tra noi… durante la seduta di tesi, magari!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...